L’Appennino Tosco-Emiliano è davvero un luogo stupendo ricco di posti che mentre lo visterete vi regalerà la magnifica sensazione di unire cultura, sport, buona tavola e natura in un unicum fatto per restare nel cuore di chi vi arriva.

Oggi parliamo della Val Ceno e della Val di Taro, due valli adiacenti e piene di proposte che doneranno al vostro soggiorno ciò che serve per renderlo speciale.

Partiamo dalla Val Ceno: qui viaggi in un paesaggio morbido, fatto di colline delicate fra campi, boschi e da due castelli speciali: il Castello Pallavicino di Varano de’ Melegari e la Fortezza di Bardi meraviglioso esempio di architettura militare d’età medievale. Il trittico si compone anche del Castello di Compiano da cui potete partire per raggiungere in 25 km Bardi e poi con solo altri 30 km arrivare a Varano de’ Melegari.

La valle del Ceno offre anche una lunga serie di itinerari a piedi che la attraversano per i suoi 50 km di lunghezza.

Geograficamente è collocata tra le valli dello Stirone, dell’Arda e del Nure a Nord-Ovest, e la valle del Taro e del Pessola a Sud-Est. È un territorio dove respiri storia e cultura poiché attraversandolo puoi ammirare i borghi, i castelli e le ville medievali che ne hanno costruito la vita per secoli. Una valle e la sua storia: questa storia racconta lavoro di montagna, legna e castagne, funghi e sapori genuini.

Il più interessante della proposta culturale della Val Ceno è il suo porsi come un vero laboratorio di documenti storici, di presenze antichissime, di testimonianze. Mentre le leggiamo scopriamo come nei secoli passati questo territorio è stato un punto strategico molto importante.

Se invece vi interessano le escursioni legate al trekking vi suggeriamo il sito ValcenoTrek.

Passiamo ora nella bella Val di Taro, apprezzata per i suoi tanti itinerari a piedi e percorsi nel verde, percorribili anche in bicicletta o a cavallo. Guardando al lato storico culturale della nostra visita, spicca certamente la “Via degli Abati”, l’antico cammino dei viandanti per giungere a Roma, lunga quasi 125 km.

Borgo Val di Taro, cuore di questa bella valle, merita senz’atro una visita approfondita con i suoi monumenti civili e religiosi di grande pregio.

Per maggiori spunti in merito alla Val di Taro vi suggeriamo il blog Appennino Express.

Ma dove sostare a riposarsi mentre gustate un piatto tipico di queste terre così affascinanti? Il ristorante Giorgione’s sarà pronto ad accogliervi con garbo, gusto e quell’ospitalità tipica di queste valli che abbracciano il turista rendendolo, da ospite, il centro delle proprie attenzioni.