Il carattere fresco e spumeggiante, il profumo accattivante, il sapore ricco e avvolgente: il Lambrusco di Reggio Emilia è un vino capace di stupire ed emozionare in ogni momento dell’anno grazie a un profilo elegante e a una pienezza di gusto che lo rende la bevanda ideale per numerosi piatti della cucina emiliana… e non solo. Accanto agli abbinamenti della tradizione, che vogliono il Lambrusco come vino d’elezione quando vengono servite in tavola portate ricche e saporite, negli ultimi anni il principe dell’enologia emiliana ha sorpreso sommelier e gourmet con la sua imprevedibile versatilità, frutto di interpretazioni innovative che non dimenticano le radici ma sanno guardare al futuro. Una delle più interessanti è quella della Cantina di Gualtieri, capace di proporre in ogni bottiglia il giusto mix di intensità e raffinatezza che donano al Lambrusco una grande bevibilità: calice in mano, andiamo alla scoperta di cinque etichette di questa grande Cantina, imparando i migliori abbinamenti per deliziare i nostri commensali.

Il punto di partenza è il Lambrusco Reggiano Dop Ligabue Class, vino dedicato al grande pittore di casa Antonio Ligabue e ottimo interprete del territorio. Una spuma ricca e delicata anticipa profumi e sapori fruttati che si sposano alla perfezione dando vita a un Lambrusco di grande equilibrio con un finale piacevolmente fresco, che possiamo servire con paste ripiene della tradizione emiliana, arrosti, anatra all’arancia e altri piatti dal sapore ricco e deciso che troveranno ne bicchiere il giusto contraltare. Un altro grande Lambrusco Reggiano Dop della Cantina di Gualtieri è l’Antiche Tradizioni: la freschezza dei profumi di frutta rossa e la fragranza che si rivela sorso dopo sorso suggeriscono di gustarlo con un bel piatto di tortellini in brodo o un tagliere di salumi non troppo stagionati. Se volete provare un accostamento insolito ma sfizioso, provatelo con un bel luccio contornato da peperoni o da un saporito letto di polenta e scoprirete che il Lambrusco è un ottimo compagno anche con il pesce.

Se cercate un vino dal gusto pieno e corroborante, il Reggiano Rosso Dop Bucciamara Class vi regalerà sensazioni generose e appaganti con il suo profumo vigoroso di prugnolo e more selvatiche e la sua grande persistenza. Queste caratteristiche lo rendono perfetto per portate ricche e importanti, come lo zampone, il cotechino e il cappello del prete con lenticchie; uscendo dai confini dell’Emilia potete abbinarci piatti di cacciagione e anche bolliti. Una sfida fuori confine? Un bel piatto di goulash ungherese: sperimentate… per sperimentare la grande versatilità del Lambrusco. Se siete in vena di provare piatti in cui la morbidezza dei sapori si intreccia con la profondità del gusto, la bottiglia giusta da stappare è quella del Lambrusco Mantovano Dop Ferrante. La Cantina di Gualtieri, infatti, vicina al confine con Mantova, propone anche una versione intrigante di questo vino, che ha una spuma purpurea e carnosa e un bouquet ampio e intenso. In tavola potete servirlo con i tortelli di zucca, un buon lesso condito con mostarda o altre pietanze in cui una leggera tendenza dolce suggerisce un bel vino equilibrato e deliziosamente avvolgente come questo.

Per concludere questo piccolo viaggio tra i vini della Cantina di Gualtieri e i migliori abbinamenti a tavola, apriamo una bottiglia di Fogarina Rosé, uno degli ultimi nati della Cantina, che una decina di anni fa ha recuperato con coraggio un vitigno autoctono della zona quasi scomparso. Una scommessa che si è rivelata vincente al di là di ogni più… “rosea” previsione! Questo vino rosée dal sapore piacevolmente semplice e fruttato e dall’ottima fragranza è una scelta azzeccata e mai banale al momento dell’aperitivo in abbinamento a delicati antipasti di pesce, carni o verdure, ma si sposa benissimo anche con primi piatti leggeri.

A questo punto, non vi resta che decidere il menù: sia che siate novelli “Master Chef” sia che conosciate, più semplicemente, gastronomie d’eccellenza da cui servirvi per non sfigurare con i vostri ospiti… fin da ora sapete quali vini scegliere e a quale Cantina rivolgervi per un pranzo o una cena speciale.