Nasce nei Paesi scandinavi nel 2013 e approda a Reggio Emilia nel 2018: REKO, parola svedese che deriva da REjäl KOnsumption e che possiamo tradurre in “consumo giusto”, trasforma Facebook in un grande e colorato mercato di prodotti freschissimi e di stagione.

Un’idea semplice ma geniale che permetterà agli utenti/consumatori di comprare comodamente da casa senza spostarsi, almeno in fase di ordinazione.

Come funziona REKO

3 semplicissimi step:

  • iscriviti al gruppo Facebook “REKO Reggio Emilia”;
  • visualizzi i post dei produttori e ordinare tramite i commenti;
  • ritira i prodotti ogni giovedì.

L’iscrizione al gruppo Facebook è gratuita e semplicissima: basta richiedere l’iscrizione ed attendere che venga approvata prima di iniziare la navigazione ed ordinare i prodotti preferiti. Sulla bacheca del gruppo, infatti, si potranno trovare una serie di aziende agricole che mettono in vendita con foto invitanti i loro prodotti, tutti coltivati e allevati nelle campagne reggiane.

Per ordinare qualcosa basterà scrivere un commento sotto il post del prodotto che ci interessa indicando le quantità desiderate. Il giovedì pomeriggio, si inizierà il 15 febbraio, dalle 18 alle 19:30 produttori e consumatori si incontreranno nel parcheggio del circolo Pigal, vicino lo stadio “Città del tricolore” di Reggio Emilia, per effettuare lo scambio della merce.

Si paga solo il prodotto, la consegna è gratuita: basterà ritirare i propri ordini e gustarsi a casa le fantastiche primizie.

Semplice, giusto, gusto!

Il progetto, primo del genere in Italia, è supportato dal Comune di Reggio Emilia, CRPA e Dinamica e cerca di mettere in contatto diretto produttori e consumatori. Un canale aggiuntivo che non entra assolutamente in competizione con i tradizionali sistemi di vendita.

Dal Parmigiano Reggiano al Lambrusco, passando per miele, frutta, verdura, uova, carne e prodotti da forno: REKO è anche un modo per valorizzare l’agricoltura locale promuovendo uno stile di alimentazione più consapevole e corretto.

I consumatori di Reggio Emilia hanno dimostrato di apprezzare l’iniziativa: a poche ore dal lancio il gruppo contava già più di 1.200 iscritti, un vero successo!