Vi ricordate di quando eravate bambini e, durante i lunghi e noiosi pomeriggi estivi in cortile, giocavate alle storie? Una delle preferite da tutte le bambine, visto che amano spesso disegnare abiti di moda, è quella di giocare alla stilista e alla sarta con l’amica del cuore. Di solito la storia inizia così: “Allora facciamo che io ero una stilista e disegnavo una collezione di vestiti da sera, sai quegli abiti lunghi con tutte le perline sopra? Ecco, quelli. Poi venivo da te che facevi la sarta e te li spiegavo e tu li cucivi per me.” La noia passa in un attimo e le ore volano tanto che quando la mamma ti chiama dalla finestra la risposta più classica è: “Ma abbiamo appena iniziato a giocare!”

Quello che per tanti è solo un gioco, per Isabella Ricami è la quotidianità: lo stilista entra e decide insieme allo staff come realizzare la sua idea.

In realtà non è tutto così semplice e ovvio. A volte c’è un bozzetto da cui partire, di cui analizzare la fattibilità e il costo di realizzazione, altre volte il cliente non ha ancora un’idea precisa del tipo di lavorazione che vuole, cerca un’ispirazione e a quel punto il ricamificio studierà un nuovo progetto insieme al cliente e lo realizzerà per lui. Scegliere le perline, le paillettes o i nastri del colore migliore, il supporto più adatto, rendere reale quello che era solo un pensiero creativo, è il lavoro che viene svolto quotidianamente dalle tre persone che compongono lo staff di Isabella Ricami, costantemente alla ricerca di nuovi filati e finiture da proporre ai propri clienti.

Fra i punti di forza di questo ricamificio modenese c’è indubbiamente quello di riuscire a contenere i costi del ricamo finito: a meno di richieste di esclusiva, il cliente non pagherà il servizio di progettazione del disegno che resterà di proprietà del ricamificio.

Punti di forza importanti che permetteranno ai vostri tessuti di venire esaltati da questi splendidi decori.