Come si struttura un’azienda alimentare? Quali sono i macchinari per la produzione alimentare e come vengono organizzati in linee industriali?

Oggi cercheremo di rispondere a queste domande, focalizzandoci su un particolare tipo di industria alimentare tipica del nostro territorio: quella di succhi e salse.

Spesso ridiamo dei bambini di città che non hanno mai visto spremere un’arancia e pensano che il succo nasca nei barattoli, ma quanti di noi adulti conoscono davvero al complessità di un’industria di questo tipo? Quanti di noi davanti al costo di un buon succo di frutta pensano “Ma siamo pazzi? È solo frutta spremuta!”.

Beh, le cose non sono proprio così semplici. Le industrie che lavorano prodotti vegetali hanno, per prima cosa, diverse tipologie di prodotto che necessitano di diverse tecnologie o, semplicemente, di una diversa sequenzialità nell’utilizzo delle stesse tecnologie.

Nettari, succhi limpidi, succhi concentrati, puree concentrate, salse, cubettati sono prodotti differenti che richiedono ognuno una progettazione industriale articolata e distinta.

Per semplificare le cose raggruppiamoli in due grandi macrocategorie:

  • Linea per succo chiaro di frutta e vegetali
  • Linee per concentrati di pomodoro, frutta e vegetali.

Linea per succo chiaro di frutta e vegetali

Un’azienda che affronta questo tipo di produzione avrà bisogno di linee flessibili capaci di lavorare diversi prodotti tra frutta e verdure includendo macchine specifiche per lavorazioni di prodotti speciali.

Una sequenza ideale per questo tipo di produzione prevede:

  • Ricevimento, lavaggio e selezione della materia prima
  • Triturazione e trattamento enzimatico
  • Sistemi di recupero aromi
  • Estrazione del succo e chiarificazione
  • Concentrazione
  • Riempimento asettico in confezioni pre-sterilizzate.

Linee per concentrati di pomodoro, frutta e vegetali

Anche in questo caso potremmo farvi un lungo elenco di macchinari altamente tecnologici come turbo estrattori-raffinatrici con possibilità di estrazione a freddo, sistemi hot break  per la disattivazione enzimatica per la lavorazione di prodotti finali ad alta viscosità, evaporatori con alte capacità e con tecnologie miste e molti altri, ma forse è meglio semplificare un po’ con un elenco più sintetico.

Anche in questo caso, quindi, eccovi una sequenza ideale di produzione:

  • Ricevimento, lavaggio e selezione della materia prima
  • Pre-riscaldamento per disattivazione enzimatica
  • Estrazione e raffinazione della polpa
  • Concentrazione
  • Riempimento asettico in confezioni pre-sterilizzate.

Asepsystems: un riferimento per la produzione alimentare

Se ora avete più chiaro il perché realizzare succhi di frutta e salse sia così complesso e quindi costoso, capirete anche come sia importante per le aziende alimentari affidarsi a partner di alto profilo per la scelta dei macchinari e la progettazione delle linee produttive.

In questo senso Asepsystems, con i suoi 25 anni di esperienza, è un punto di riferimento fondamentale per chi deve portare sulle nostre tavole questi prodotti.

Un’azienda che ha sposato l’eccellenza perché sa che dal proprio operato dipende molto della qualità di ciò che mangiamo.