Vediamo tante cose belle, alcune le guardiamo con attenzione, altre ancora le studiamo per ore, giorni o settimane, ma solo quelle che sperimentiamo personalmente entrano a far parte della nostra storia. In un mondo sempre più tecnologico e connesso, dove le esperienze si susseguono velocissimamente lasciandosi poco spazio per la riflessione, l’esperienza rimane ancora oggi la via principale per l’apprendimento di concetti, informazioni e stili di vita.

Ogni cosa con cui entriamo in contatto, infatti, non deve essere semplicemente bella, vera o interessante, ma deve essere bella, vera o interessante per noi. Solo così, misurandoci in prima persona con essa, possiamo farla nostra fino in fondo e modificare il nostro modo di guardare il mondo. Su questo dato fondamentale si è sviluppata la didatti30ca di EcoSapiens, il marchio di responsabilità sociale con cui la cooperativa reggiana L’Ovile porta avanti progetti nel campo dell’educational marketing e della sostenibilità aziendale.

L’educazione è la volontà di trasmettere idee e valori che si ritengono importanti, non è un’imposizione: per questo l’esperienza, la creatività, la scoperta e lo stupore sono ingredienti fondamentali di questo atto… d’amore. Sì, perché alla base di tutto c’è una relazione tra persone, che decidono di trascorrere insieme una parte del loro tempo per prendersi cura di qualcosa che sta loro a cuore. Nel caso di Ecosapiens è la natura che ci circonda, il territorio che abitiamo e che è parte integrante della nostra vita.

Usando linguaggi educativi innovativi e sempre diversi a seconda dei destinatari per trasmettere al meglio buone pratiche, convinzioni e valori, Ecosapiens offre stimoli importanti per dare vita a una nuova progettualità e a una consapevolezza maggiore del proprio posto nel mondo. Learning by doing significa avere la possibilità di imparare qualcosa di prezioso attraverso un’esperienza diretta, personale, sul campo. Rimboccandoci le maniche e andando dentro le cose è possibile cambiare prospettiva, liberarsi dei pregiudizi e mettersi in ascolto degli altri, ma anche di noi stessi e delle nostre attitudini.

Già tante aziende, istituzioni e scuole hanno scelto di dedicare una parte del loro tempo a provare un’esperienza di questo tipo con Ecosapiens: voi cosa state aspettando?