La qualità della cucina in un ristorante dipende dalla scelta delle materie prime. Un’osservazione banale? Forse si, ma al Pepe Bianco hanno fatto di questa semplice frase un mantra, l’ispirazione quotidiana per il proprio lavoro.

Ogni mattina, come ogni chef che si rispetti, Elio Tallarico si rifornisce di pesce fresco direttamente al mercato del pesce, perché vuole essere sicuro di ciò che offrirà ai propri ospiti, sicuro di aver scelto il prodotto migliore da cucinare. Un ottimo piatto, infatti, non si ottiene solo cucinando bene, la sapienza e la passione da sole non bastano: un piatto gustoso ed invitante si ottiene cucinando ingredienti ottimi, scelti con cura, sapienza ed esperienza. È per questo motivo che al Pepe Bianco la maggior parte dei piatti proposti a menu è realizzata con pesce fresco, freschissimo.

Quando il pescato del giorno non offre la varietà necessaria a comporre il menu, al Pepe Bianco comprano e cucinano pesce surgelato. Anche in questo caso l’attenzione alla qualità è massima: viene scelto pesce congelato direttamente sulla barca, appena pescato, in modo da garantire sicurezza alimentare e qualità organolettiche superiori.

Volendo offrire agli ospiti del ristorante un’esperienza gastronomica che li faccia sentire come se stessero mangiando in un ristorante in Calabria, al Pepe Bianco hanno fatto un’altra scelta, importante ed impegnativa allo stesso tempo: l’acqua nella quale vengono pulite alcune materie prime, come mitili e cozze, è l’acqua del mare della Calabria, portata appositamente a Reggio Emilia.

Al Pepe Bianco non c’è solo pesce, c’è anche il menu di terra e le pizze: anche in questo caso la scelta delle materie prime è accurata ed effettuata con cura.

Hai già prenotato la tua prossima cena al Pepe Bianco?